domenica 22 maggio 2011

Come un koala abbarbicato sull'albero


Leggo che il consumo di alcolici tra i giovani è in aumento.
Non sono stupito.
Gli esseri umani sono fatti così.
Si divertono da matti a strapparsi di dosso la memoria delle cose come fossero bende da una ferita.
Sono dei gran furboni gli esseri umani con il bicchiere in mano.
Sbeffeggiando il loro passato lo dimenticano come un ombrello sull'autobus.
E' la loro vita che disprezzano, è il loro presente che odiano, è quello che sono che non sopportano.
Io invece come un koala abbarbicato sull'albero, abito nell'incavo dei ricordi.
Nessuna eutanasia per me.
Sono di quelli che si uccidono da soli.

2 commenti:

  1. vicky scarface22 maggio 2011 15:07

    pensi davvero che ti uccidi da solo?. Vivi, hai sogni, un cuore, una mente che ti ricordano che sei vivo, potrai dire di ucciderti da solo, o di essere già morto quando le tue emozioni saranno spente, la tua mente penserà solo al nulla. Se queste due facoltà rimangono attive sei vivo.

    RispondiElimina
  2. Ti confiderò un segrreto; questa vita non mi somiglia. Vorrei vivere in un quadro di Chagall...

    RispondiElimina