lunedì 6 giugno 2011

No al nucleare. Sì limonare


Sono iscritto su Facebook da quasi un anno.
Scartabellando profili, leggendo post, osservando link, mi sono accorto che tutti cercano una sola cosa: amore.
Amore non solo nel senso fisico penso. Soprattutto calore umano credo.
Ogni bacheca secondo me, è la proiezione seduta di un Io eretto che vorrebbe solo essere ascoltato di più.
Perchè questo non sia possibile ottenerlo semplicemente stando uno di fronte all'altro per me è un mistero.
Cerco risposte. Trovo arie. Pesanti. Sovraccariche. Obese. Mi viene da ridere. Perchè gli esseri umani vivono con l'ossessione di dover dimagrire se la vita ti dice che conti qualcosa solo se sei oberato di impegni?.
Segnale contraddittorio. Uno dei tanti. Disordine mentale. Bisogna reagire.
La foschia annebbia la mente . La vita è a un bivio. Serve un nuovo inizio. Guardo il calendario. L'opportunita di una possibile svolta c'è . Il 12 e 13 giugno. Basta dire sì. Quattro volte. Non è un matrimonio, ma forse lo celebrerete su un pianeta migliore se farete la scelta giusta. Una delle poche che vi sarà concessa. La vostra vita forse non sarà migliore. Continuerete ancora a sentir freddo. Ma trovare una coperta in un mondo senza le polveri sottili del nucleare sarà più facile. E se denuclearizzerete a dovere il vostro cuore riuscirete persino ad innamorarvi e la felicità non sarà più solo un ritornello di una canzone dì Albano e Romina. Ma un frutteto pieno di delizie. Ne sono sicuro.
Non tutti sono bravi a piantare i semi . Non importa. Due giorni non son tanti quando in ballo c'è l'amore. E' anche se è difficile trovarlo a volte la cosa è più semplice di quanto si creda. Basta dir sì.
Uhm... Basta! Cos'è tutto questo pessimismo?
Aprite il cuore. Non abbiate paura. Cosa state aspettando? Provateci. A partire da domenica.

Nessun commento:

Posta un commento